Migliore decespugliatore professionale 2018

Che cos’è un decespugliatore

Il decespugliatore è un attrezzo da giardino molto apprezzato sia in ambito hobbistico che in quello professionale. È lo strumento ideale per sbarazzarsi di piante di piccole, medie o grandi dimensioni, sterpaglie o erbacce. Può essere utilizzato per pulire dai piccoli terrazzi ai più grandi giardini, ma anche aree aperte come i parchi. Il decespugliatore è formato da un motore, un’asta, un’impugnatura e una parte rotante alla sua estremità. Il suo funzionamento è molto semplice. Da premettere però, che in commercio si possono distinguere due grandi categorie di decespugliatori, quelli rivolti ad un utilizzo hobbistico e quelli per uso professionale. A seconda delle proprie esigenze, si può scegliere l’uno o l’altro modello. Le due grandi categorie comprendono il decespugliatore elettrico e quello dotato di motore a scoppio. Per metterlo in funziona, basta accendere il motore e premere solitamente il pulsante per far ruotare il filo o la lama tagliente, ed iniziare il lavoro. Solitamente, l’apparecchio è dotato anche di tutta una serie di caratteristiche che ne aumentano la sicurezza, come ad esempio la funzione di Stop istantaneo del motore nel caso in cui l’attrezzo scivoli accidentalmente da mano, oppure per quanto riguarda la protezione delle lame.

Le differente tra un decespugliatore professionale e uno hobbistico

Un decespugliatore per uso hobbistico, a differenza di uno professionale, è progettato principalmente per piccole aree, come giardini o terrazzi fuori casa. Di solito, sono strumenti anche più leggeri e meno ingombranti. La differenza di peso, non sta solo nel fatto che il motore a scoppio del decespugliatore professionale è più pesante, ma anche nella presenza in quest’ultimo, del serbatoio del carburante. I modelli per uso hobbistico, infatti, sono caratterizzati da un motore elettrico, che spesso viene alimentato tramite cavo, oppure, nei modelli più recenti, troviamo l’alimentazione a batteria al litio. Questi ultimi, donano una maggiore libertà di movimento rispetto a quelli con cavo, tuttavia, devono essere ricaricati ogni volta che si termina con l’utilizzo e sono soggetti a cali di potenza, ogni volta che la batteria si appresta a scaricarsi. Quelli con cavo, invece, nonostante si abbia la scomodità di doversi tirare dietro il filo della corrente e lavorare in aree provviste di prese, offre prestazioni superiori e soprattutto costanti, praticamente illimitate. Il decespugliatore professionale, invece, è alimentato da un motore a scoppio con benzina, è più grande e pesante, ma soprattutto più potente e progettato per durare più a lungo e “trattare” aree più grandi e rami ed arbusti dallo spessore maggiore di 20 mm.

Dimensioni e peso del prodotto

decespugliatore professionaleCome accennato in precedenza, il decespugliatore professionale è un attrezzo più potente, ma anche più grande e pesante. Generalmente, per un utilizzo hobbistico, è necessario dotarsi di un apparecchio che non superi i 4 kg di peso, in quanto a volte può essere utilizzato anche dalle donne o da uomini anziani, dal fisico non più di quello di un giovanotto. In caso di fisico gracilino, sarebbe bene ricorrere anche all’uso di una tracolla, per non appesantire ulteriormente il carico sul corpo. Un decespugliatore professionale, invece, proprio a causa delle sue dimensioni e alla presenza di un motore a scoppio e un serbatoio della benzina, è molto più pesante. Alcuni modelli superano anche i 10 kg, ma per fortuna, sono dotati di spallacci per essere indossati come uno zaino. Quando si scelgono modelli così ingombranti, è necessario sapere anche dove riporli con anticipo, prima di procedere con il loro acquisto. In generale, un decespugliatore non va mai lasciato incustodito in un luogo umido, poiché lame e parti metalliche tenderebbero ad arrugginirsi, soprattutto se non viene utilizzato per periodi di tempo prolungati. La cosa migliore da fare, prima di metterlo via, sarebbe pulirlo, ingrassarlo e lubrificarlo per bene e poi riporlo in un luogo asciutto e lontano dalla portata dei bambini.

Come si utilizza un decespugliatore professionale in maniera sicura

Prima di chiedersi come funziona un decespugliatore, sarebbe bene domandarsi come utilizzarlo nel modo più sicuro possibile. Le persone che utilizzano un decespugliatore professionale devono essere preparate sia tecnicamente che fisicamente. Questo attrezzo può essere molto pericoloso, per cui, è bene adottare tutte le misure di sicurezza possibili. Per una sicurezza personale maggiore, bisognerebbe sempre indossare le protezioni, come:

  • La visiera di protezione: si tratta di una speciale visiera rinforzata, che protegge gli occhi e il viso da eventuali frammenti di erba, sassi o rami, che si creano spazzando via le sterpaglie. Le visiere disponibili in commercio, sono realizzate con diversi materiali, i più diffusi sono il policarbonato e il plexiglas. Alcune sono orientabili e presentano anche una piccola rete di protezione per la gola.
  • La tuta da lavoro: gli indumenti da lavoro devono essere sempre indossati e contraddistinti dalle solite caratteristiche di sicurezza, ovvero devono essere rinforzati e pesanti e sempre allacciati bene.
  • I guanti anti-taglio: per proteggere le mani, il loro utilizzo è indispensabile. Evitano il contatto con frammenti volanti che schizzano via durante il taglio delle erbacce, ma prevengono anche la formazione di vesciche e calli sulle dita, che si formano a causa della posizione innaturale delle mani e del peso dell’attrezzo.
  • I gambali di protezione: questi, al pari dei guanti, vengono indossati per proteggere caviglie, stinchi e ginocchia dai frammenti volanti. Possono essere realizzati in PVC o Nylon, ma vengono poi rinforzati con altri materiali, a volte anche metallici.
  • Cuffie antirumore: si tratta di un problema sempre troppo trascurato, ma il rumore emesso da un potente decespugliatore professionale può causare con il tempo l’abbassamento dell’udito, se non si utilizzano le apposite protezioni per gli orecchi.
  • Mascherina anti-gas: i decespugliatori con motore a scoppio, producono gas di scarico come una vera e propria automobile. Respirarli fa male, ovviamente, quindi proteggere la propria respirazione è fondamentale. Da ricordare che, da questo punto di vista, quelli con motore elettrico, non soffrono dello stesso problema.

I prezzi di un decespugliatore professionale

Un decespugliatore per uso hobbistico, lo si può trovare in commercio ad un prezzo compreso tra i 50 e i 100 euro, ma per un modello professionale, è necessario spendere più di 200 euro. Molti, quelli dotati di più accessori possono anche costare il doppio.